Biscotti con farina di carruba e quinoa soffiata


Mi chiedo perchè si sostiene che la carruba sa di cioccolato... Capisco che il colore potrebbe ingannare ma il gusto...!? Insomma.
Ho scoperto la farina di carrube e ho scoperto anche che è usata in pasticceria come sostituto della polvere di cacao, in effetti in questo sono s'accordo perchè ha la stessa consistenza e lo stesso aspetto. Già nella mia testolina frullano tante idee e cose nuove da inventare infatti il prossimo step sarà la crema, anche se non mi sto inventando niente il realtà, la crema di carrube è un prodotto siciliano anche abbastanza diffuso. Non è di creme però che volevo parlare, bensì di biscotti.
Ero abbastanza perplessa quando li ho fatti, l'impasto restava colloso, mi sembravano troppo "neri" e la quinoa spariva ingloabata in questo blob poco maneggiabile. Il risultato è stato di molto migliore delle aspettative! Sono dei biscotti dalla consistenza morbida, non molto dolci, con un retrogusto amarognolo particolare e con meno calorie dei normali biscotti al cacao. La ricetta l'ho trovata qui, ma l'ho un pò modificata... Insomma io lì ho fatti così:

BISCOTTI CON FARINA DI CARRUBA E QUINOA SOFFIATA (20 pezzi)

150 gr di farina 00
150 gr di farina di carrube
100 gr zucchero di canna demerara
60 gr burro morbido
1 uovo
2 cucchiaini di cremon tartaro
2 cucchiai di latte (ma anche di più se serve)
un pizzico di sale
3 cucchiai di quinoa soffiata

Unire burro ammorbito e zucchero, con l'uovo il sale e la cannella. Setacciare le farine mescolate e unirle al composto insieme al lievito.
Mescolare il tutto aggingendo il latte poco alla volta, a seconda di quanto ne necessita l'impasto.
Aggiungere la quinoa e mescolare tutto ottenendo un composto omogeneo.
Formare delle palline con le mani infarinate e disporre su una teglia coperta da carta forno.
Guarnire i biscotti con altra quinoa e infornare a 180°per 15 minuti.

18 commenti:

Micaela ha detto...

particolarissimi questi biscotti! non ho mai mangiato le carrube, nè ho mai visto la loro farina!!! adesso mi hai fatto venire la curiosità di assaggiarle!! un bacione.

manu e silvia ha detto...

Ciao! non abbiamo mai assaggiato la carruba, quindi ci fidiamo sulle tue parole! molto particolari però questi biscotti!
bacioni

ilcucchiaiodoro ha detto...

o la carrube sono decenni che non la mangio,non sapevo esistesse la farina,comunque ottima ricetta.

Mirtilla ha detto...

ma guarda che spettacolo!!!bravissima ;)

marsettina ha detto...

molto particolari

Carolina ha detto...

Eccomi qua!
Che dire: particolarissimi...
In materia sono una perfetta ignorante, non ho mai usato farina di carruba e quinoa soffiata e non. Ma vedi che sei una fonte d'ispirazione e d'insegnamento?!?!
Adesso ti scrivo...
Bacio tesoro!

Federica ha detto...

Dunque anch'io ho la farina di carrube e sono d'accordo con la tua premessa iniziale!
ho seguito un'altra ricetta trovata in un altro forum ma sinceramente non mi piacevano! adesso ne ho ancora di questa farina e visto che stavo pensando a come finirla prendo nota della tua e vedo un pò cosa combino! Grazie! ciao

katty ha detto...

non ho mai visto la farina di carrubbe !! mi ricordo che da bambina ne mangiavo i giorni di festa!! ma la farina non sapevo che esistesse!! baci!!

paola ha detto...

è da qualche tempo che sono pigra e ho saltato le visite al tuo blog....ma quante cose interessanti e che meravigliosa pasta madre e cosa dire dei blinis??
buon week end

Mara ha detto...

molto... molto originale!!! E complimenti per il blog. Era la prima volta che passavo di qui, e penso che tornerò spesso.
Baci

lenny ha detto...

Da bambina mi è capitato di assaggiare le carrube, quindi riesco ad immaginare il sapore di questi biscotti che sembrazno molto invitanti.
So che la farina di carrube siciliana (sbiancata), in proporzioni esigue, viene utilizzata anche come addensante di gelati ...
Dove l'hai acquistata?

Mirtilla ha detto...

ma che carini che sono!!!
baciotti bellissima ;)

il ramaiolo ha detto...

sfiziosi senza dubbio!!!
prendo appunti!

L'Antro dell'Alchimista ha detto...

Ma che particolari questi biscotti! Chissà se qui trovo la farina di carruba. Io mi ricordo che la carruba la mangiavo come merenda da bimbina :-) me la comprava zia dall'ortolano del paesino dove abitavamo. Un abbraccio Laura

lauresophie ha detto...

Ciao
Hai vramente un bel blog! Mi piacciono un sacco le tue foto e ricette. Ma scusa ho una domanda, dove le trovi questi prodotti (vivi a Roma esatto)tipo quinoa, questa farina????
Grazie

Daphne ha detto...

Io la sto ancora cercando la farina di carrube e anche a me avevan detto fosse una specie di surrogato del cacao..ma ovunque a quanto pare mi si sta smentendo la cosa :D
Non riesco ancora a trovarla..
Pensare che ero contenta come una pasqua visto che non posso mangiare cioccolato e cacao O_o
Niente,però nn si sa mai ^_^

fiOrdivanilla ha detto...

fasntastici questi biscotti eli! a me intrigano moltissimo le diverse farine per l'impasto di biscotti, mi piacciono molto quelle più strane e particolari. E questo accoppiamento sembra gustoso, mi ispira parecchio! Soprattutto per quello che hai dtto di consistenza, gusto, sapore, retrogusto.. insomma, da provare!

bacione !

Giulia dans le noir ha detto...

Ciao... Ho trovato questa ricettina vagando sul web, ed è davvero molto interessante.
Sono biscotti particolari ed "eccentrici", nel senso che si discostano un po' dai soliti biscotti cui sono abituata. Sono una scoperta, e adoro le scoperte :-)
Dove si trova la farina di carruba? in che genere di negozi si può avere la speranza di trovarla?
Non l'ho mai provata, né a dir la verità fino ad ora ne conoscevo l'esistenza, e mi piacerebbe imparare a usarla un po'...
Grazie dell'ispirazione e buon fine settimana
un abbraccio

Giulia