Habanero sott'aceto

Quale sia il peperoncino più piccante del mondo in tanti se lo chiedono... Nel 2006 pare che il guinnes dei primati sia stato battuto da: l'habanero. Questo tipo di peperoncino originario di cuba (l'Havana da cui prende il nome) è prevalentemente coltivato in Messico nello Yucatan. Reperire l'habanero non è sempre facile, io sono riuscita ad averlo da mio zio (sempre coltivato da lui in abbruzzo) nella sua qualità "orange". Trovandomi con questi peperoncini una parte ho deciso di metterli sotto vetro per non seccarlo. Per "smorzare" (si fa proprio per dire) il piccante ho scelto di metterli sotto aceto, come in quest'altro caso avevo usato lo zucchero.
Lo consiglio, per sfidare qualsiasi amico spaccone che dice di aver un palato che tollera bene il piccante. In generale si può servire come appetizer decisamente afrodisiaco! Mi raccomando abbondante pane per accompagnare!

HABANERO SOTT'ACETO

25 peperoncini habanero orange
1/2 litro di aceto di vino
un pizzico di sale
grani di pepe

Lavare i peperoncini, stenderli al sole per una giornata, non si devono seccare devono solo perdere l'umidità. Mettere i peperoncini in un contenitore di vetro e a questo punto scaldare l'aceto con il sale in una pentola. Quando prende a bollire versarlo nel contenitore di vetro riempiendolo fino all'orlo. Chidetelo ermeticamente e per almeno un mese. Trascorso tale periodo riempire i vasetti sterilizzati con i peperoncini i grani di pepe e del nuovo aceto. Potete servirli...
Io non vi consiglio di mangiarne uno intero!
Un consiglio: per maneggiare i peperoncini usare sempre dei guanti e poi lavare accuratamente tutti gli utensili utilizzati.
Con questa ricetta e quella della marmellata al peperoncino partecipo al concorso di Virginia del blog "lo spilucchino": Sotto vetro

18 commenti:

Mirtilla ha detto...

che bellissima e sfiziosa proposta!!!!
un bacione ;)

Kitty's Kitchen ha detto...

Grazie mirtilla!

Onde99 ha detto...

Amica spaccona presente all'appello: io mi vanto, e a ragione, di tollerare qualsiasi livello di piccantezza! Temo che avrò qualche difficoltà a reperire l'habanero, ma se vuoi inviarmene un vasetto te lo dimostrerò! Grazie per essere passata da me e per le tue belle parole...

paola ha detto...

proposta interessante....anzi no....proposta piccante!!!

Elga ha detto...

Sono curiosissima di assaggiarli, il piccante mi piace da impazzire!

Barbara ha detto...

Il maritozzo è... decisamente spacconcello in merito: non saprei dove comprare gli habanero, ma proverò con quel che trovo al mercato, grazie!!

Laura ha detto...

Son già morta solo a vederlo...non sono abituata al piccante quindi non mi azzarderei ad assaggiare...mi limito a guardare! :)

Juls ha detto...

Amo il piccanre, ma non credo di tollerarlo, no no! magari mio zio, che piange lacrime amare ma non ammette mai che qualcosa sia troppo piccante per lui.. uno che potrebbe mangiare la nduja a cucchiaiate.. deve provarli!

P.S. nota di colore. Quando mi è apparso il titolo del tuo post sulla colonnina laterale del mio blog pensavo fossero sigari, eh eh, non conoscevo la varietà di peperoncini! che figura!
=P

Buona giornata!

Saretta ha detto...

Ammazza!!!Pensa che conservo in dispensa un boccettino di salsa habanero che acquistai nello Yucatan...ricordo da brava spaccona il boccone infuocato che ingerii..veramente potentissimo!!!!
Ora devo fare + attenzione ma, in passato, cospargevo le zuppe con semi di peperoncino!!!!
Bella idea la tua cmq!
baci

Kitty's Kitchen ha detto...

@ Onde: Non è poi così difficile reperire l'habanero devo andare in un vivaio un pò fornito e lì li vendono sicuramente. Figurati non devi ringraziarmi!

@Paola: ;)))

@ Elga: Si si li devi proprio provare!

@ Barbara: Grazie della visita. Come dicevo l'habanero si trova nella maggior parte dei vivai

@ Laura: Grazie del commento anche se non ti piace il piccante!

@ Juls: Dovremo tentare di la sfida tuo zio-habenero e vedere chi vince! Sigariii!? EHEHEHE! In effetti come ho scritto l'origine è sempre cubana!

@ Saretta: Dai nello Yucatan ma che bello! Immagino solo lontanamente la piccantezza di quelli originali cresciuti in quelle zone!

Lisa ha detto...

adoro il piccante adoro l'aceto, non posso resistere!!!! bellissima idea!

Micaela ha detto...

non conoscevo questo tipo di peperoncini!! che idea carina.

Nicole ha detto...

Ciaoooo!!Prima di tutto bentornata!Soprattutto per il ritorno col "botto"!o almeno è quel che succederebbe a me se lo assaggiassi...A Pasqua abbiamo mangiato i crostini con la nduja calabrese(portata dallo zio che sta giù) e la mia faccia ha cambiato così tanti colori che sembravo un quadro di andy warhol!Mi sa che sta ricetta la passo...Bacioni!

Aiuolik ha detto...

Qui di amici spacconi che decantano la loro sopportazione del piccante ne passano parecchi...devo solo trovarmi uno zio che li coltivi per me :-)

Ciaooo,
Aiuolik

katty ha detto...

non conoscevo questi peperencini!! la tua idea è molto carina!!!
complimenti!! ciao!!

Perry ha detto...

ciao, come hobby io coltivo peperoncini (ne ho quasi 20 varietà provenienti da tutto il mondo) e la tua ricetta mi ha incuriosito molto... Attualmente come habanero sto coltivando quello Yellow, Orange, Chocolate ed il classico Red. Vorrei chiederti qualche precisazione sulle varie fasi della ricetta.
I peperoncini devono restare interi o bisogna tagliarli a metà? Il contenitore di vetro dove metto li metto per la prima volta devo poi farlo bollire? Dopo il primo mese li scolo e li metto in vasetti più piccoli...questi li devo far bollire oppure li chiudo e basta ? per quanto tempo posso conservarli ? Grazie e ancora complimenti.

Elisakitty's Kitchen ha detto...

@ Perry: DAI FAVOLOSO! Nei davvero tantissime qualità! Complimenti per la tua bella passione! Dunque io i peperoncini li lascio interi con tanto di picciolo attaccato. Il primo contenitore non è necessario che sia bollito (grazie per la segnalazione ho corretto anche il post che in effetti non era chiaro!). I secondi più piccoli si! Un pò come si fa per la marmellata.
Non so quanto si potrebbero conservare sai? Io credo di averli fatti un anno fa circa e ancora sono rimasti integri e belli sodi, forse un pò di piccantezza però la perdono.

giuseppe ha detto...

ciao io sono un amante del peperoncino essendo io siciliano e mia moglie calabrese vi posso garantire che nella nostra famiglia e difficile mangiare da persone umane siamo abituati a mangiare piccantissimo e piu forte di noi mio suocero e un cultore di peperoncini ne piante svariate qualita dai diavoletti a quello di chayenne ma vi posso garantire che l'habanonero ci stronga tutti e anche mio suocero non riesce a mangiarli e veramente fouco rovente io li ho recuperati i semi tramite degli amici messicani e adesso coltivo delle bombe credetemi consiglio vivamente di provarli