Route du Champagne: Troyes e L'Aube

La regione de la Champagne-Ardenne in Francia mi ha accolto dopo il periodo British con temperature decisamente più accettabili e cucina... Almeno per quel che riguarda i miei gusti, decisamente migliore! Questa regione, sicuramente meno turistica e famosa di altre zone della Francia è stata un inaspettata scoperta. Piccoli paesini, campagne con vigneti a perdita d'occhio piccole e grandi cantine di produttori del famoso vino con le pregiatissime bollicine!
La Champagne-Ardenne si divide in due zone (departmènt): L'Aube, la zona più a sud, con capoluogo la bellissima Troyes e la Marne, la sorellina più famosa che comprende Reims e Epernay. Lo champagne ha tre regole per cui può essere così denominato: essere prodotto esclusivamente nelle montagne di Reims, nel dipartimento de la Marne, nella Cote des Blancs e in alcune zone dell'Aube e dell'Aisne, essere prodotto con vitigni selezionati di Pinot Nero, Pinot Meunier e Chardonnay e essere vinificato secondo le regole rigorose del méthode champenois (quello inventato da Dom Perignon per intenderci).
Ma andiamo per ordine oggi vi parlo del dipartimento dell'Aube.

Troyes è un gioiellino di città: case in graticcio, viuzze strette strette e mentre si cammina per il centro storico è facile sentirsi immersi in un racconto dei tre moschettieri o una commedia di Molière. Il centro storico si caratterizza dal fatto di avere la forma di bouchon di champagne, se guardato su di una cartina... e anche da un altra storia simpatica: quella dei gatti. Bè si, pare che nel vicolo dei Gatti (Ruelle des Chats) il passaggio sia talmente stretto che i gatti riescano ad attraversarlo saltando da un palazzo all'altro.

Passando al lato più "mangereccio" a Troyes di tipico potete trovare la loro nota Andouillete, nata proprio in questa città, il salsicciotto di trippa è un prodotto artigianale preparato esclusivamente con l’intestino crasso e lo stomaco del maiale, specialmente selezionati e tagliati a strisce nel senso della lunghezza. Ora io che sono romana, mi sono sentita pronta ad assaggiare la trippa insalsicciata! Sperimentata in due versioni sia cotta nel brodo quindi naturale, sia quella in crème-fraiche alla senape di vino bianco e scalogno e NON la cosiglierei, perchè è rimasta lì nel piatto. De gustibus!
Consigliato invece oltre allo Champagne è la Prunelle distillato ottenuto dai noccioli di prugne, decisamente gradevole e fine pasto.


Ecco qualche indirizzo irrinunciabile se passate di là:


1, Place Saint Pierre Troyes

Di fronte alla bella cattedrale di Troyes, trovate la più fornita enoteca della città. Vasta scelta di Champagne e Prunelle di Troyes.



CHOCOLATIER PASCAL CAFFET

2, rue de la Monnaie 10000 Troyes

C'è da rifarsi gli occhi dentro questa pasticceria, sembra una giolleria! :)
Ho assagiato i macarons e l'arancia candita coperta di cioccolato... Che ve lo dico a fare!!?!? Ma le torte sono da restare a bocca aperta


MERCATO DI HALLES stile Baltard (1874)

1, rue de la République Troyes

La struttura il ferro ghisa e vetro tutti i giorni ospita un caratteristico mercato alimentare, non è molto grande ma è possibile acquistare dai dolci di Pascal Caffet, alle più svarieate terrine alle quiche salate di tutti i tipi.


AU JARDIN GOURMAND
31 rue Paillot de Montabert
03 25 73 36 13 Troyes

Subito dopo il Vicolo dei Gatti vi è questo piccolo ristorante con cortiletto interno pochi coperti.
Trovate l'andouillete in salsa, buone tar tare e entrecotè. Buona scelta di vini al bicchiere (almeno una trentina in menù!). Menù da 17 €


Per terminare la vostra visita della zona: Bar-sur-Aube è un interessante meta che vi consentirà di scoprire una gradevole cittadina, immersa nei vigneti che si sviluppa lungo il fiume, appunto L'Aube

Il parco naturale in cui si trova il Lac d'Orient è senza dubbio un rilassante scenario per passare una giornata calda o gustarsi una passeggiata al tramonto, di ritorno da qualche visita a una cantina di Champagne!

16 commenti:

Carolina ha detto...

Come adoro la Francia!
Credo che non ci sia nessun altro paese che mi piace così tanto a 360° gradi...

Complimenti Eli, i tuoi reportage sono uno più bello dell'altro!
Ieri sera ti ho risposto...
Buona giornata e un bacio!

Alessandra ha detto...

Che meraviglia questo laghetto finale...io mi ricordo quando studiavo a scuola Chretien de Troyes...adesso capisco!!

lenny ha detto...

Immagino i luoghi ch eproducono il famoso champagne, come luoghi dal fascino magico :))

Onde99 ha detto...

Io andrei lì anche solo per vedere i gatti che saltano...

Libri e Cannella ha detto...

Bentornata!!! Vedo che hai fatto prorio delle belle vacanze!! Brava brava...a presto, baci!

La Cucina di...Federica ha detto...

e che il viaggio non finisca mai!!!

fiOrdivanilla ha detto...

mamma mia... se già amo la Francia, benché l'abbia girata davvero poco, tu con le tue foto me la fai desiderare ancora di più. Ma perchéééééééééé?? :( quest'anno sarei dovuta andare in Provenza ma causa studio non sono andata proprio da nessuna parte! Ecco, bene. Ora con questo tuo magnifico reportage almeno mi sembra di aver fatto immaginariamente un piccolo viaggetto.. grazie :)
ti ho risposto di là per la lecitina:) grazie per i complimenti, sei adorabile.. e mi fa piacere che sia stato tutto apprezzato. Non tanto la ricetta in sé, anche se ho fatto na faticaccia a fare conti e conticini per renderla al massimo della perfezione a paritità di liquidi-agar-ecc... ma quello che è bello - penso - è il fatto di dare più informazioni possibili e spiegazioni soprattutto del PERCHE' fare una cosa, perché usare un ingrediente, questo che funzione ha in una determinata ricetta, come agisce e come può altrimenti essere usato e/o sostituito.. e via dicendo.. perché in tal modo chiunque legge può far tesoro delle informazioni e riuscire a costruirsi una ricetta da sé. Solitamente non si spende tempo nelle spiegazioni (e tutto sommato lo capisco perché non si ha tempo materiale per farlo; questo spiega perché ci metto sempre molto tempo a scrivere un post)ma io lo ritengo necessario perché voglio che chi legge sia consapevole di quello che fa e del perché lo fa. Cosicché, conoscendo la funzione degli ingredienti, uno può ingegnarsi da solo in futuro senza dover rifare una ricetta meccanicamente e precisa spiccicata a quella letta.. per la paura di sbagliare le dosi se per caso volesse usare altri ingredienti o provare altri gusti. Una persona deve essere consapevole di quello che fa, tutto qui:) solo Sapendo e Conoscendo può divertirsi e sbizzarrirsi in cucina.. certo, la fantasia è la creatività è la condizione imprescindibile.. ma qui penso che a nessuno manchi!
Da parte mia, spero tanto di riuscire almeno in parte a trasmettervi quanto detto. :)

Saretta ha detto...

La Francia devo visitarla..prima i miei, poi alcuni amici, Onde, tu...Questo viaggio sa da fare!
bacione e grazie per l'accuratissimo reportage!

Elisakitty's Kitchen ha detto...

@ Carolina: Grazie! Letta! Mi fai troppi complimenti per i reportage, troppo gentile... Ma stando al numero dei commenti credo che presto dovrò tornare ad usare di nuovo il blog per le ricette!

@ Alessandra: Ciao mia cara!Quanto tempo! E' un piacere leggerti di nuovo

@ lenny: Secondo me sono davvero posti incantati

@ Onde: :) Davvero? Perchè no! Dicono che lo fanno veramente ma io non li ho visti....

@ Libri e cannella: Ciao! Piacere di conoscerti! Grazie per essere passata! Ho visto il tuo sito ma non sono riuscita a capire dove postare i commenti

@ Federica: EHI! Mia cara! Ciao! Bello rileggerti...Tutt bene?

@ fior di Vaniglia: Ciao Manu! Riesci alla perfezione a trasmettermi quello che dici con i tuoi bei commenti con le pagine del tuo blog! stai andando alla grande! Concordo con te su molte cose. Bacione

@ saretta: Ciao Saretta! Davvero non ci sei mai stata. Sul tuo blog leggo che viaggi molto e poi si finisce che nei luoghi più a portata di mano non ci si va! Pensa che io non ho mai visto venezia... :) Molto gravee! GRazie per il tuo commento

Buon weekend ragazze!

JAJO ha detto...

Ma ne hai girati di posti fantastici quest'estate !! :-D

Anonimo ha detto...

Ciao Elisa, ma che bel giringiro hai fatto.. Allora il prossimo diario di viaggio deve essere da Venezia!
Baci. Roberto

Marilì di GustoShop ha detto...

Con questi bei reportage mi fai sognare un po', che ne ho bisogno ! Grazie !

Elena ha detto...

Questo viaggio per le "vie dello champagne" è davvero molto interessante...davvero dei bei posti...baci

katty ha detto...

davvero belli quei posti!!! buona domenica!!!

Antonella ha detto...

Che belle vacanze hai trascorso Elisa! ;-9
Un bacio grande

Antonella ha detto...

Mi hai fatto venire voglia di scappare in Francia :)